attualità

Aria pulita

Il problema l’avevano posto in tanti. Soldati, comandanti, generali. Del resto, ne andava della stessa incolumità. Così, un po’ a sorpresa, l’ esercito israeliano ha deciso di distribuire a soldati di unità combattenti, a partire dal prossimo marzo, un tipo rivoluzionario di calze che permette a queste di «respirare» e di restare asciutte per due settimane.

In questo modo si evitano cattivi odori e la formazione di micosi, un fastidioso disturbo diffuso tra soldati costretti a operare sul campo per periodi prolungati. Secondo il quotidiano Maariv a prevenire questi due fenomeni è un additivo metallico nel tessuto usato per le calze.

L’impiego sperimentale di queste calze tra alcune unità di fanteria ha avuto risultati «spettacolari», ha assicurato il generale Nissim Peretz, capo della divisione logistica dell’ esercito.

Standard