cinema, cultura

Vampiri kosher

Nel numero di Jewish Journal è la storia di copertina. Con tanto di analisi dei personaggi, intervista all’autrice, intervento del dottore della fede. Così la saga vampiresca “Twilight“, adorata dalle ragazzine per i protagonisti dei film, in Israele diventa oggetto di approfondimento.

“I vampiri sono perfettamente kosher”, dice Melissa Rosenberg, la sceneggiatrice di origine ebraica, forse intenzionata ad attirare il pubblico israeliano nelle sale.

Segue il commento del rabbino David Wolpe: “Il sangue, il vampirismo e la moralità ambigua potrebbero essere visti come chiaramente non-ebrei. Dopo tutto, la mitologia di vampiro è filosoficamente in disaccordo con i nostri valori”.

Standard