attualità

Contro gli attacchi informatici Israele schiera 80 persone

La sicurezza informatica di un intero Paese nelle mani di ottanta persone. Un vero e proprio “cyber commando” che ha il compito di vigilare sulle reti di passaggio dati d’Israele ventiquattrore su ventiquattro. Sempre pronti ad affrontare gli hacker e a difendere l’economia e la logistica. «Chissà perché questa nazione senta il bisogno di formare un team difensivo», s’è chiesto più di un esperto. «Forse perché negli ultimi mesi Gerusalemme ha dato il via alla maggior parte degli attacchi informatici nel Medio Oriente?». (continua…)

Standard
attualità

Niente sms, niente web, niente Facebook. Ecco il primo cellulare “kosher”

Un telefonino “kosher” mancava ancora. Un cellulare, insomma, con melodie hassidiche a far da suoneria e un menu in lingua yiddish.

Qualche compagnia ci aveva provato vendendo prodotti con il blocco delle caselle e-mail e dei profili Facebook. Ma non aveva convinto più di tanto gli ultraortodossi. (continua…)

Standard
attualità

E il database dell’Olocausto riunisce due cugini

Vivevano a un’ora di macchina di distanza. Dopo decenni di persecuzioni, campi di concentramento, espulsioni di massa, torture, viaggi attraverso l’Europa, avevano deciso di trascorrere i loro ultimi anni di vita in Israele. Lei, Liora Tamir, 65 anni, aveva preso una casa a Tel Aviv. Lui, Aryeh Shikler, 73, ad Haifa. (continua…)

Standard