attualità

La pubblicità (per occhiali) che fa infuriare le donne d’Israele

La fotomodella israeliana Bar Refaeli nella pubblicità per occhiali finita sotto accusa (frame da YouTube)

La fotomodella israeliana Bar Refaeli nella pubblicità per occhiali finita sotto accusa (frame da YouTube)

È un po’ come in «Amore a prima svista». Lei è bellissima, biondissima, in formissima. Solo che, nella realtà, è l’esatto opposto. Prendendo spunto – forse – da quel film, tredici anni dopo l’idea è stata concentrata in una pubblicità per occhiali. Ma che fa arrabbiare le donne d’Israele. E rischia di essere bloccata perché troppo sessista e antifemminista.

La protagonista non è più Gwyneth Paltrow, ma Bar Refaeli, fotomodella israeliana ed ex di Leonardo DiCaprio. Refaeli – tornata in primo piano in tv dopo aver condotto l’edizione locale di «X Factor» – si trova all’interno di un treno della metropolitana. Dietro di lei un uomo (fotomodello pure lui, manco a dirlo). A un certo punto lei si mette a ballare attorno a un palo. Si esibisce in pose sensualissime. Non nasconde le lenti da vista.

Trenta secondi dopo siamo ancora lì: lei che balla, lui che guarda sempre più coinvolto. Fino a quando quest’ultimo si ricorda di avere degli occhiali. Li indossa. E scopre così che quella forma longilinea è in realtà una bionda sì, ma abbastanza in carne. Non si sa come vanno poi le cose.

La pubblicità (nel video sopra) si chiude con il marchio. Ma tanto basta per far finire lo spot sul banco degli accusati. Secondo Yedioth Ahronoth – il quotidiano più venduto dello Stato ebraico – molti telespettatori non l’hanno proprio gustato quel filmato. E così hanno mandato centinaia di lamentele a Canale 2, l’emittente tv che trasmette il messaggio. Le accuse? Le donne sono trattate come oggetti e, in generale, il giudizio che viene fuori è decisamente negativo.

«La pubblicità, alla fin fine, dice a tutti che le donne sovrappeso o in carne non sono desiderabili», è il senso delle denunce. «Quello spot umilia le donne e le raffigura come oggetti puramente sessuali». «Non c’è nessun legame tra il prodotto e il contenuto del filmato». Quindi la richiesta, esplicita, all’autorità che deve vigilare su quello che viene trasmesso nelle tv israeliane: «Togliere quel filmato oppure trasmetterlo in orari al di fuori dalla fascia protetta».

David Regev, l’uomo che in questi giorni sta ricevendo le lamentele, ha spiegato al quotidiano che la decisione arriverà a breve, «subito dopo aver ricevuto la versione di chi ha realizzato la pubblicità». Intanto la fotomodella finisce ancora una volta nell’occhio del ciclone. Nel 2011 per aver posato seminuda con la divisa militare per la copertina di GQ Italia. Nel 2013 per essere apparsa in uno spot durante il SuperBowl per promuovere GoDaddy: qui si esibisce in un bacio alla francese con un ragazzo che imita un nerd.

© Leonard Berberi

Standard

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...