attualità

Il flash mob nel cuore di Milano: «Né con Bibi, né con Hamas, ma per la pace»

I partecipanti alla manifestazione di ieri, giovedì 24 luglio, in piazza San Carlo, Milano (foto di Davide Dana)

I partecipanti alla manifestazione di ieri, giovedì 24 luglio, in piazza San Carlo, Milano (foto di Davide Dana, via Twitter)

«Né con Bibi (il diminutivo del premier Benjamin Netanyahu, nda), né con Hamas, ma per la pace», c’è scritto in alcuni cartelli. «Basta antisemitismo in Europa. Uniti contro il razzismo, uniti per la pace», recita un altro, scritto a mano e con un pennarello. «Non esiste una via per la pace, la pace è la via», annuncia un altro. Mentre poco più in là una quindicina di persone con le bandiere palestinesi urla «assassini» e «Palestina libera».

La comunità ebraica di Milano e l’associazione «Amici di Israele» scendono in piazza San Carlo, nel cuore del capoluogo lombardo, nel tardo pomeriggio di giovedì. Decine di persone lì, a due passi dal Duomo, per un «flash mob pro Israele, pro Pace, contro il razzismo e l’antisemitismo che sta crescendo in Europa e, soprattutto, contro il terrorismo».

Bandiere d'Israele ieri in piazza San Carlo (foto di Simona Voglino)

Bandiere d’Israele ieri in piazza San Carlo (foto di Simona Voglino)

«Il problema di questo conflitto è Hamas, non sono i palestinesi – spiega il presidente della comunità ebraica milanese, Walker Meghnagi –. Questa è una manifestazione pacifica, perché noi vogliamo che Israele esista, che il popolo israeliano esista in pace col popolo palestinese, non con Hamas».

La bandiera di Israele, esposta nell'ambito di Expo 2015, imbrattata di vernice color rosso sangue (foto di Javier Jiménez, via Twitter)

La bandiera di Israele, esposta nell’ambito di Expo 2015, imbrattata di vernice color rosso sangue (foto di Javier Jiménez, via Twitter)

«Sono unilateralmente contro il terrorismo – aggiunge Roberto Maroni, governatore della Regione Lombardia – e quindi sono unilateralmente contro Hamas e unilateralmente per il diritto di Israele non solo di esistere ma anche di svilupparsi nella pace».

Parole che, qualche metro più in là, si dissolvono in una bandiera d’Israele – esposta assieme a quelle degli altri Paesi partecipanti a Expo 2015 – che qualcuno ha deciso di imbrattare con la vernice rossa sangue per protestare contro l’incursione dell’esercito dello Stato ebraico nella Striscia di Gaza per fermare i razzi di Hamas.

© Leonard Berberi

Standard

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...