attualità

“Aiuto, mi hanno rapito”: ecco la telefonata di uno dei ragazzi

«Aiuto, mi hanno rapito». La voce s’intuisce nel bel mezzo della confusione. E l’audio, pubblicato su YouTube, dura 49 secondi. Non si sa chi l’abbia pubblicato su Internet, ma il padre di Gil-ad Shaar, uno dei tre ragazzi rapiti e uccisi il 12 giugno scorso, sostiene che sia la voce del figlio.

«Metti giù quel telefono!», si sente durante la conversazione. E poco dopo: «Dammi qui il cellulare». Tutto avviene in ebraico. Mentre in sottofondo, dalla radio dell’auto, si sente la voce di Shelly Yachimovich, leader laburista, intervistata da una emittente radiofonica. E’ la conferma che i rapitori hanno camuffato la loro identità.

In tutto la comunicazione dura 2 minuti e 9 secondi. In quegli attimi i tre giovani si trovano sui sedili posteriori dell’auto guidata – secondo gli 007 – da due palestinesi di Hamas. Poco dopo saranno massacrati a colpi di pistola (leggi qui la ricostruzione). Una delle vittime, stando alle prime indiscrezioni dell’autopsia, avrebbe lottato fino in fondo per sopravvivere.

© Leonard Berberi

Standard

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...