attualità

Libano, il delitto d’onore e la vita di una 18enne al settimo mese di gravidanza

Il corpo della 18enne ritrovato tra i cespugli (foto Daily Star)

Il corpo della 18enne ritrovato tra i cespugli (foto Daily Star)

L’hanno trovata a faccia in giù. Lì, tra i cespugli, dall’altra parte del Paese. Il corpo contorto. Le braccia in una posa innaturale. La testa deturpata dalle coltellate. E un feto di sette mesi che non vedrà mai più la luce.

Baghdad Khaled al-Issa aveva 18 anni. Viveva a Qab Elias, un villaggio libanese nella Valle del Bekaa. Non era sposata. Non era fidanzata. Ma in grembo portava una nuova vita. Una vita che non poteva essere tollerata. E che anzi andava eliminata. Insieme alla madre.

Per questo Baghdad Khaled al-Issa è stata uccisa a coltellate. Non da un sicario. Ma dal fratello Jihad (con l’aiuto di un cugino). Fratello che l’altra sera l’ha presa con sè, le ha raccontato una balla, l’ha convinta a seguirlo. Poi, una volta in mezzo al nulla, ha tirato fuori la lama. E l’ha colpita più e più volte. Alla testa. Alle braccia. Ai fianchi. Sulla pancia. Proprio lì dove si trovava il feto di 7 mesi. Mentre il cugino la teneva ferma.

Un «delitto d’onore», spiega la polizia al quotidiano libanese The Daily Star. E già fa capire come potrebbero andare le cose per l’omicida. Codice penale alla mano, il colpevole può chiedere la commutazione della pena. Niente carcere, insomma. E soltanto perché la legge prevede che chi uccide una moglie, un marito o un parente stretto sorpreso a compiere un adulterio, può sempre sostenere di aver agito d’impulso e in uno stato di «rabbia estrema».

Da agosto 2011 – fa notare The Daily Star – c’è una proposta di legge che aumenta le pene per chi commette questo tipo di reato e toglie la possibilità della commutazione. Da allora della bozza non s’è saputo più nulla.

Ore dopo, ha preso a circolare una notizia non confermata. Ma se fosse vero aggiungerebbe ulteriore orrore: secondo alcune voci la ragazza sarebbe stata messa incinta dal suo stesso fratello-killer. Ma la polizia prima di confermare preferisce l’esito dell’autopsia.

© Leonard Berberi

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...