attualità

Un ex agente Usa: “Israele bombarderà l’Iran a settembre”

Se così fosse, ci sarebbe solo da mettersi le mani nei capelli. E non solo. Dice un ex alto funzionario della Cia, Robert Baer: «Israele con ogni probabilità attaccherà l’Iran a settembre, prima del voto Onu sul riconoscimento dello stato palestinese sollecitato dall’Anp con un ricorso». Boom!

Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, secondo Baer, avrebbe già deciso il modus operandi. Ora, Baer non è uno sprovveduto. Ha vissuto in Medio Oriente – e ci ha lavorato – per oltre vent’anni. E la cosa che allarma di più è che ha deciso di fare questa rivelazione da una radio locale statunitense, Kpfk, dalle parti di Losa Angeles. Perché poi, alla fine, gli Usa c’entrano eccome nel conflitto paventato.

Dice l’ex 007, infatti, che l’intenzione israeliana è quella «di coinvolgere nel conflitto gli Usa». E quindi, proprio per questo, «al Pentagono c’è già un ordine di allerta di preparare la guerra con l’Iran». Secondo Baer, Israele sferrerà il suo attacco contro l’impianto nucleare di Natanz, nella regione di Isfahan, e contro «altre due strutture».

A quel punto, ha proseguito, Teheran risponderà «colpendo dove può, ovvero a Bassora o a Baghdad». In Iraq. «Abbiamo già cominciato a individuare gli obiettivi iraniani in Iraq e intorno al confine», ha spiegato l’agente segreto. Precisando una cosa: «si tratterà di una guerra regionale». Già.

Annunci
Standard

10 thoughts on “Un ex agente Usa: “Israele bombarderà l’Iran a settembre”

  1. Valerio ha detto:

    Mio dio nooo, nooo!
    Facciamo qualche cosa!!!

    Non voglio morire nella terza guerra mondiale!

    Eppure sento profumo da giugno-luglio 1914.
    Fate leggere a Obama “I cannoni di Agosto” di Barbara W. Tuchman, con Kennedy (gran pasticcione in politica estera, per altro) ha funzionato.

    Sono realmente preoccupato, se Israele non si convince che con l’Iran deve attuare la teoria dei giochi e una guerra fredda siamo messi molto male. Con il prezzo del petrolio che è quello che è la chiusura degli stretti di Hormuz per ritosione (più o meno il minimo) provocherebbe, da sola, una guerra.
    E le forze militari dell’Iran non sono quelle di Libia, Iraq e Afghanistan, quelle sono decenti forze armate con capacità regionali.
    Aggiungiamo che la Siria adesso come adesso è incontrollabile….

    è un disastro, spero che questa fuga di notizie sia una tattica per mettere Israele in cattiva luce, oppure per costringerlo a desistere dall’attacco.

  2. Andrea ha detto:

    L’Onu e la comunità internazionale hanno avuto anni per impedire al dittatore iraniano di costruire armi nucleari, pericolosissime perché non solo dice di voler eliminare Israele, ma lo cerca di fare ogni giorno dando armi, soldi, addestramento e supporto a tutti i gruppi terroristici disposti a combattere Israele e l’Occidente in generale. Questa di Israele si chiama legittima difesa, dovremmo avere anche noi lo stesso coraggio e dignità dinanzi alla prepotenza e arroganza dell’Iran. E spero che anche gli USA e altri paesi si uniscano a Israele, anche perché se l’Iran ha l’atomica allora vogliono averla tutti gli altri stati arabi della regione, e la situazione diventa poi ancora più pericolosa.

    • E’ israele ad essere un pericolo per la pace,da quando si e’ fomata in quella zona ci sono state solo guerre e ora se ne prepara un’altra, alla faccia della pace,se dovesse succedere sarebbe evidente come l’america e israele non sono affatto paesi pacifici.. anzi il contrario… israele ha gia’ bombardato paesi senza dichiarazione di guerra, iraq siria.
      Ma attenzione.. l’Iran non e’ l’Iraqe o Siria e se consideriamo che ultimente tutte le “guerre di pace” fatte dall’america sono finite in un fiasco clamoroso questa potrebbe essere quella piu’ brutta per l’america e il suo piccolo servo israeliano.

  3. eugenio ha detto:

    non credo che israele attacchi le basi nucleari iraniane,l’avrebbe gia fatto 10 anni fa,israele in questi anni ha messo in guardia il mondo su le strategie iraniane,le risorse israeliane si sono dedicate in questi ultimi anni nella difesa ,non su un presunto attacco all’iran,è pronto un sistema missilistico difensivo che non ha eguali al mondo che copre l’intera nazione.A questo punto la palla passa alle nazioni sunnite ed occidentali senza dimenticare la russia e la cina anchesse preoccupate di una deriva islamica,armata con l’atomica.

  4. Ma le risposte mi lasciano alquanto perplesso, quasi-quasi penso al così detto debunking o all’informazione (s)corretta israeliana l’hasbara.
    Israele si sta difendendo? Ma da chi? Va beh! So già le risposte, tipo quelle che avrebbe dato l’attentatore di Oslo o i fantomatici attentatori del 9/11 o quelli di Mubai (guarda caso legati alla ortodossia Lubavitcher). Fa niente. Solo che leggere queste castronerie fa venire la pelle d’oca e fa capire quanta disinformazione viene propinata dai vari media.
    Certa mente ogniuno ha le sue idee, giuste o sbagliate che siano, ma quando si tratta di guerra, della vita di migliaia di persone o peggio ancora di milioni, nel caso dell’uso di bombe nucleari (Israele ne ha oltre 300) allora la cosa fa un po’ pensare.
    Inoltre per quelli che hanno affermato che l’Iran vuole annientare israele avrei piacere che ne riportassero le fonti, purché non targate Memri o SITE.

  5. Preoccupante, eccome!
    Qui c’è uno studio di un paio di anni fa che prevede “la convenienza” dal punto di vista israeliano di attaccare l’Iran
    http://www.algerie-focus.com/2011/02/14/etude-l%E2%80%99option-militaire-israelienne-contre-l%E2%80%99iran/

    e qui la notizia di una delle recenti mosse per accusare l’Iran di terrorismo rispolverando per l’opinione pubblica l’orrore dell’11 settembre
    http://www.algerie-focus.com/2011/05/22/liran-accuse-des-attentats-du-11-septembre-2001/

  6. eugenio ha detto:

    con cattiva fede o per ignoranza cercate di creare il mostro (israele) e dipingere come santi i paesi arabi…..ma non le seguite le notizie delle cosidette primavere arabe? non sapete che le comunità cristiane in tutti i paesi arabi sono perseguitate e il loro numero è in continua diminuzione tranne che in israele,….e le sorti dei baha’i non vi interessano ma….qui c’è cattiva fede.Qui ci si preoccupa del nucleare israeliano,mai usato nelle numerose guerre intraprese da israele ,e state schierati dalla parte del peggior fanatismo sciita che esalta il martirio contro tutti coloro che non lo sono ma….qui c’è cattiva fede.l’islam dai tempi piu remoti ha esaltato lo sterminio degli ebrei,(competitori religiosi),molto prima della rinascita dello stato d’israele.ricordo ai piu disattenti che il 90%delle terra divenuta israele era gia di proprietà ebraica…il problema nel medio oriente è unicamente religioso………………………………………………..

    – 624- tribù ebraiche vengono sterminate da Maometto
    – 628- gli ebrei di Khaibar (Arabia Saudita) devono versare tributi altissimi e ogni ebreo che compie 15 anni deve pagarlo.
    – 700- intere comunità ebraiche vengono massacrate dal re Idris I del Marocco.
    – 845- vengono promulgati in Iraq decreti per la distruzione delle sinagoghe.
    – 845-861- El Mutawakil ordina che gli ebrei portino un abito giallo, una corda al posto della cintura e delle pezze colorate sul petto e sulla schiena.
    – 900- col Patto di Omar gli ebrei vengono spegiativamente chiamati dhimmi. In base a tale Patto era proibito agli ebrei di costruire case più alte di quelle dei musulmani, salire a cavallo o su un mulo, bere vino, pregare a voce alta, pregare per i propri morti o seppellirli in modo da offendere i sentimenti dei musulmani. Dovevano portare abiti atti a distinguerli dai musulmani. Nasce qui e non in Europa il segno distintivo degli ebrei, e l’obbligo di portare pezze sugli abiti si diffonderà in tutti i paesi arabi
    – 1004- Il Cairo: gli ebrei sono costretti a portare legato al collo un piccolo vitello di legno e in seguito palle di legno del peso di tre chili.
    – 1006- Granada: massacro di ebrei.
    – 1033- Fez, Marocco: proclamata la caccia all’ebreo. 6000 ebrei massacrati.
    – 1147-1212- persecuzioni e massacri in tutto il nord Africa.
    – 1293- Egitto e Siria: distruzione delle sinagoghe.
    – 1301- i Mammelucchi costringono gli ebrei a portare un turbante giallo.
    – 1344- Distruzione delle sinagoghe in Iraq.
    – 1400- Pogrom in Marocco in seguito al quale si contano a Fez solo undici ebrei sopravvissuti.
    – 1428- vengono creati i ghetti (mellaha) in Marocco.
    – 1535- Gli ebrei della Tunisia vengono espulsi o massacrati.
    – 1650- Anche in Tunisia vengono creati i ghetti, qui si chiamano hara (in arabo significa merda )
    – 1676- distruzione delle sinagoghe nello Yemen.
    – 1776- vengono sterminati gli ebrei di Basra, Iraq.
    – 1785- massacri di ebrei in Libia.
    – 1790-92- distruzione delle comunità ebraiche in Marocco.
    – 1805-15-30- Sterminio degli ebrei di Algeri.
    – 1840- persecuzioni e massacri a Damasco.
    – 1864-1880- continui pogrom a Marrakesh
    – 1869- massacri di ebrei a Tunisi.
    – 1897- massacri di ebrei a Mostganem, Algeria.
    – 1912- pogrom a Fez.
    – 1929- massacro della comunità ebraica a Hebron e distrutta la sinagoga.
    – 1934-il governo iracheno vieta agli ebrei lo studio dell’ebraico.
    – 1936- In Iraq gli ebrei vengono esclusi dagli uffici pubblici e pogrom a Bagdad.
    – 1938-44- Persecuzioni a Damasco; gli assassini diventano cronici.
    – 1941- in concomitanza con la festa di Shavuot pogrom a Bagdad. e poi pogrom a Tripoli, ad Aleppo, ad Aden, al Cairo, ad Alessandria, a Damasco ecc. ecc.
    (da una ricerca di Deborah Fait)

    Si prega cortesemente di osservare che quanto sopra esposto è tutto avvenuto rigorosamente PRIMA della nascita di Israele.

    • Vorrei rispondere alle questioni che hai scritto e premesso che, come altri hanno scritto più in basso, non si sta discutendo sulle persecuzioni ebraiche, ma sulla attuale veste razzista di Israele è da chiarire che:

      – Israele è stato fondato con una risoluzione Onu, ma l’Onu non è preposto a fondare stati nuovi (vedasi a tal proposito il Trattato di Balfour e Sykes-Picot oltre ai documenti antecedenti al 1907)
      – Israele sin dai primordi della sua fondazione fine ‘800 ha usato la popolazione lì residente come scusa per mostrare al mondo che non erano bene accetti;
      – Se la terra acquistata era già di proprietà ebraica, sarebbe da spiegare come è possibile che migliaia di palestinesi abbiano subito la Nabka (strana ‘sta cosa?!) e inoltre vorrei vedere che faccia farebbe Netanyahu nel sapere che dovrebbero ritirarsi in quei territori acquistati dagli ebrei: ci sarebbe da ridere lacrime di sangue, suppongo.
      – Israele attuale, purtroppo, è un dato di fatto. Non è possibile escluderlo dal panorama mediorientale, ma è possibile far sì che non diventi quello che la destra del Likud desidera che diventi: uno stato teocratico, fondamentalista in cui debbano vivere solo ebrei di razza pura. Israele quindi deve essere uno stato molto più grande, mediatore delle forze sunnite (i veri fondamentalisti islamici, quelli che sostengono i fratelli mussulmani e quelli che hanno ospitato tutti i criminali dei vari attentati sparsi per il mondo arabo e quelli che con l’aiuto degli Usa hanno sostenuto le cosiddette “primavere” arabe).

      Ma Israele non è in grado di fare questo perché è egli stesso peggio dei suoi nemici e la composizione del suo governo e figlia dell’attività della Banda Stern e dell’Irgun.

  7. SALAH ha detto:

    infatti qui si sta discutendo di israele e delle sue malefatte non della persecuzione degli ebrei nei secoli passati che è stata ben più atroce in europa che nel resto del mondo.
    perchè continuate ad usare le tragedie del passato come assicurazione e copertura dei massacri dello stato d’israele? la follia di questa comunità sarà la forgiatrice della propria distruzione.

  8. Nel post non compare nemmeno la parola “ebrei”, vi si parla di politica dello “Stato di Israele “, Fare come se si trattasse dello stesso concetto è un errore che conduce alla faziosità.
    Offende, per primi, gli ebrei, la loro storia e la loro cultura, ed ignora quanto è ampia e addolorata la critica che viene dagli ebrei della diaspora alla politica aggressiva e prevaricatrice del governo di Israele.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...