attualità

Golan, scontri e vittime sul confine israelo-siriano

Cambia – di poco – il nome, restano i morti. Anzi: si aggiungono. Un’altra domenica di sangue ha segnato questa primavera mediorientale. Nell’anniversario della “Naqsa” – la sconfitta degli eserciti arabi nella “Guerra dei sei giorni” del 1967 – dimostranti siriani e palestinesi si sono lanciati all’assalto dei reticolati di frontiera presidiati dall’esercito israeliano sulle alture occupate del Golan, nel nord-est dello Stato ebraico.

Annunci
Standard

4 thoughts on “Golan, scontri e vittime sul confine israelo-siriano

      • Alice ha detto:

        Non sapevo dell’esistenza delle due scuole di pensiero, hai informazioni/link al riguardo?
        Affidandosi ai criteri internazionali di trascrizione/traslitterazione (IPA come Deutsche, ISO ecc) verrebbe naturale usare k, visto che in arabo la seconda radicale è kaf ك in entrambe le parole. La q mi sembrava un vezzo da giornalisti che sentono il bisogno di “arabizzare”, ma è una mia opinione.

        Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...