attualità

Centinaia di arabo-israeliani contro il governo. E il ministro Lieberman finisce bruciato

(foto di Hassan Shaalan / Ynet)

È finita con un Avigdor Lieberman, il ministro destrorso degli Esteri, bruciacchiato. Per fortuna si trattava solo di un cartello con il volto del numero uno della diplomazia israeliana. Ma vedere le oltre 1.500 persone manifestare nel cuore d’Israele contro il governo ebraico e soprattutto contro un suo ministro ha preoccupato molti.

È successo tutto ieri sera, martedì 29 marzo, per le vie di Lod, una città di quasi 70mila abitanti sulla strada che da Tel Aviv porta a Gerusalemme. Centinaia di persone sono scese in piazza per celebrare il “Giorno della Terra”. Qui, molti arabo-israeliani hanno incendiato le foto di Lieberman.

«Il ministro degli Esteri è il peggior razzista del nostro Paese», hanno detto i manifestanti. «Non possiamo tollerare quello che dice e fa, per questo gli consigliamo di stare alla larga dalla nostra comunità». Questo è quello che ha detto uno degli arabo-israeliani al cronista del quotidiano elettronico “Ynet”.

I dimostranti hanno protestato contro la demolizione delle case degli arabi e «contro il razzismo» nei confronti dei musulmani. In molti hanno accusato il governo di aver pianificato le deportazioni di massa degli arabo-israeliano dalle città di Ramla, Lod e le altre città arabe.

Leonard Berberi

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...