attualità

Giornalista accusa: “Mi hanno chiesto di togliere il reggiseno per seguire Netanyahu”

«Ma Netanyahu vuole imitare l’ex presidente Katsav?». La domanda, molto provocatoria, se la sono posta alcuni giornalisti stranieri che lavorano come corrispondenti da Gerusalemme. E pare abbia irritato il premier israeliano. Perché Katsav, il capo dello Stato dimessosi dopo le accuse delle sue segretarie, è stato condannato per violenza sessuale. E perché l’accostamento arriva dopo l’incidente di martedì scorso.

Giorno in cui, riuniti tutti i giornalisti con passaporto straniero per fare il punto sulla situazione del Paese, una corrispondente arabo-israeliana di “Al Jazeera” se n’è andata stizzita per colpa delle perquisizioni ben oltre il limite dello Shin Bet, il servizio di sicurezza che vigila anche sul premier.

(AP Photo/Bernat Armangue)

«Mi hanno fatto togliere la giacca, poi la maglietta e la camicia», racconta la giornalista, Najwan Simri, 31 anni. «Poi mi hanno fatto levare le scarpe e dopo una perquisizione fastidiosa e umiliante mi hanno chiesto di levare anche il reggiseno. A quel punto ho detto di no. E me ne sono andata».

Lo Shin Bet, per ora, non rilascia dichiarazioni. Ma alcuni cronisti turchi hanno confermato la versione della Simri. L’Associazione della stampa estera israeliana ha denunciato l’episodio come «una vera e propria umiliazione», mentre quella che riunisce tutti i cronisti stranieri ha scritto un comunicato in cui denuncia il «trattamento discutibile al quale vengono sottoposti alcuni giornalisti».

Il direttore dell’ufficio stampa governativo Oren Helman ha espresso rammarico per l’accaduto e ha assicurato che «saranno fatte tutte le inchieste del caso». Ma in molti temono che questo sia l’inizio di una gestione sul «modello Seaman».

© Leonard Berberi

AGGIORNAMENTO DEL 14 GENNAIO 2010: L’Ufficio stampa governativo israeliano (Gpo) ha emesso un messaggio ufficiale di scuse dopo aver ricevuto dall’ufficio locale di Al Jazeera una dura protesta per il trattamento inflitto dai responsabili alla sicurezza alla propria giornalista arabo-israeliana inviata a seguire una conferenza stampa del premier Benyamin Netanyahu.

Leggi anche: La storia di Danny Seaman, l’eccentrico capo (ad interim) del press office di Netanyahu (del 4 agosto 2010)

Annunci
Standard

One thought on “Giornalista accusa: “Mi hanno chiesto di togliere il reggiseno per seguire Netanyahu”

  1. Pingback: Il giornalista Dan Rather accusa la sicurezza israeliana: “Ha umiliato la mia troupe” « Falafel cafè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...