attualità

Istanbul, la Mavi Marmara accolta come una star

Le hanno riservato un’accoglienza trionfale. Hanno seguito il suo arrivo al porto di Istanbul in diretta video e in streaming sul web. Hanno sventolato migliaia di bandiere e urlato centinaia di slogan contro Israele e a favore della Palestina.

La regina della giornata di ieri, in Turchia, è stata una nave: la Mavi Marmara. Quella, tanto per intenderci, che insieme ad altre è stata assaltata il 31 maggio scorso dai marine israeliani perché stava tentando di rompere l’assedio su Gaza. Nel blitz morirono nove persone, tutte con il passaporto turco. Dopo essere stata parcheggiata in un porto israeliano, la nave è stata dissequestrata e quindi riportata a “casa”.

Al molo di Istanbul – sotto una cappa di nuvole che minacciavano pioggia – migliaia di uomini e donne agitavano le bandiere palestinesi e turche. Poi urlavano “a morte Israele”. Alle loro spalle, un tendone plastificato raffigurava i volti delle nove vittime. Alcune ragazze, poi, lungo l’avambraccio riportavano la scritta “Filistin”, Palestina.

La Mavi Marmara si avvicina al porto di Istanbul accolta da migliaia di sostenitori filo-palestinesi (foto Afp)

Sul palco hanno parlato in tanti. E tutti hanno lanciato i loro proclami contro lo Stato ebraico. Sarà anche per questo che, nel tardo pomeriggio, il ministro degli Esteri israeliano, Avigdor Lieberman ha avuto parole durissime nei confronti dei leader turchi. «I politici di Ankara rivolgono a Israele accuse menzognere», ha detto il leader di “Israel Beitenu”. E ha poi escluso le scuse del suo Stato per l’uccisione dei nove cittadini turchi che si trovavano proprio sulla Mavi Marmara.

Intervenuto davanti a un foro di ambasciatori israeliani, Lieberman ha detto «di non essere disposto a sopportare menzogne di tutti i tipi e accuse false che ci vengono rivolte mattina e sera anche dal loro premier che visita il Libano e minaccia lo Stato di Israele». Lieberman ha anche accusato di «menzogne» e «falsità » il ministro degli esteri turco, Ahmet Davutoglu, secondo il quale, accordi politici interni nel governo israeliano impediscono la positiva conclusione della grave crisi nei rapporti tra i due Paesi causata dall’uccisione dei passeggeri della nave Marmara.

Leonard Berberi

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...