attualità

Deputato israeliano contro gli immigrati: “Trasformeranno Tel Aviv in una città africana”

Yaakov Katz, leader del partito "Unione nazionale" e parlamentare della Knesset (foto di Dudi Vaaknin)

La diplomazia non è mai stato il suo forte. E nemmeno la moderazione. Ma quando qualche giorno fa, a Tel Aviv, l’ha sparata grossa, qualche commentatore politico ha rotto gli indugi e non ha esitato a chiamarlo il «Calderoli israeliano».

Yaakov Katz, parlamentare e leader della formazione di ultradestra “Unione nazionale”, non è che ci abbia poi fatto molto caso. Del resto le sue dichiarazioni spesso vengono relegate nell’angolino delle provocazioni. O delle boutade. Però stavolta ha toccato un tema sensibile per gl’israeliani: l’immigrazione africana.

«Entro pochi anni nel nostro Stato ebraico ci saranno più di centomila immigrati africani», ha avvertito Katz. E per rendere ancora più chiaro il suo pensiero ha aggiunto: «Il numero degl’infiltrati continuerà a crescere e per ospitarli tutti ci vorranno migliaia di appartamenti che, a questo punto, faranno salire i prezzi nel mercato immobiliare».

A parte l’appellativo – «infiltrati» – il deputato Katz, davanti a una platea tutta telavivina, ha finito con il tirare in ballo proprio Tel Aviv e i suoi residenti. «Non ci sono dubbi che voi sarete costretti a trasferirvi in massa in Giudea e Samaria quando la vostra città diventerà a tutti gli effetti un avamposto africano».

È la prima volta che un esponente politico si spinge così a fondo sull’immigrazione africana. E a molti è sembrata una benedizione – politica – di quanto hanno fatto alcuni rabbini della periferia di Tel Aviv alcune settimane fa: e cioè chiedere ai residente ebrei di non affittare gli appartamenti agli immigrati.

Leonard Berberi

Leggi anche: L’estate della cattiveria e la linea dura contro gli immigrati (del 3 agosto 2010)

Annunci
Standard

One thought on “Deputato israeliano contro gli immigrati: “Trasformeranno Tel Aviv in una città africana”

  1. Pingback: L’appello di 50 rabbini ai fedeli: “Non affittate le vostre case ad arabi e immigrati” « Falafel cafè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...