tecnologia

Microsoft condannata per aver usato caratteri di scrittura senza il permesso degli autori

Davide batte Golia. Di nuovo. Solo che stavolta non c’entra nulla la mitologia. Ma la tecnologia. Microsoft è stata condannata dal tribunale israeliano di Petah Tikva per aver usato – senza il consenso degli autori – un tipo di carattere nei sistemi operativi destinati al mercato ebraico.

I due grafici israeliani – Zvi Narkiss (morto due mesi fa) e Eliyahu Koren – hanno querelato il gigante dell’informatica nel 2008 perché Redmond aveva usato senza permesso il font “Narkisim“, creato sessant’anni fa dai due uomini.

Sono loro – secondo il giudice Ofer Grosskopf – gli unici detentori del diritto d’utilizzo del “Narkisim”. La difesa di Microsoft, invece, ha sostenuto che essendo passati più di quindici anni (tanto è il limite in Israele per la protezione legale delle creazioni grafiche), i font ormai erano di dominio pubblico.

Niente da fare. La corte di Petah Tikva ha stabilito che il big dell’informatica dovrà chiedere il permesso di utilizzo ogni volta che inseriscono i segni grafici nei propri sistemi operativi. Perché non solo si è in presenza di un’opera con dei legittimi proprietari, ma anche perché lo stesso nome – “Narkisim” – è ricavato dai cognomi dei due creatori. Per questa violazione Microsoft è stata condannata a pagare 10mila euro ai due.

Narkisim non è un semplice carattere. Nel 1950, quando è stata creata e quando ha iniziato a circolare nelle macchine da scrivere israeliani, ha finito con lo scrivere pezzi importanti della storia del Paese. Quasi un simbolo nazionale.

L.B.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...