attualità

Gerusalemme Est, le immagini della battaglia quotidiana tra coloni ebrei e palestinesi

Amran Mansour rischia di diventare un simbolo – uno dei tanti – del conflitto israelo-palestinese. A soli undici anni, e con le pietre in mano, questo ragazzino palestinese è stato investito in pieno dall’auto di David Be’eri, il 57enne capo di Elad, una delle organizzazioni ebraiche più di destra che promuove gl’insediamenti a Gerusalemme Est.

Il video, trasmesso dalla tv qatariota Al Jazeera, ha scatenato molte polemiche per la violenza di Be’eri. In un pezzetto di strada comune – percorribile sia da palestinesi che da israeliani – Un gruppetto di ragazzi di Silwan, un villaggio musulmano, sta aspettando il passaggio di Be’eri. Quando l’auto si avvicina, inizia il lancio di pietre.

Be’eri, spaventato a morte (come dirà ai cronisti, più per suo figlio a fianco che per lui) e ferito da una delle pietre preme sull’acceleratore quando si trova un paio dei dimostranti in mezzo alla strada. Uno dei due, Amran Mansour, viene centrato in pieno dal muso della macchina e sbalzato qualche metro più avanti. L’altro ragazzi viene preso solo di striscio.

Il video dell’incidente (da Al Jazeera English)

Be’eri frena per qualche secondo. Poi riprende a tutta velocità. Così come – a tutta forza – riprende anche il lancio delle pietre. A registrare l’evento una decina di fotografi e troupe tv. Le immagini, una volta mandate in onda, hanno costretto la polizia israeliana a interrogare il colono. Che, per ora, è in libertà, in attesa della conclusione delle indagini.

Il ragazzino, invece, è stato dimesso dall’Hadassah Ein Kerem Hospital di Gerusalemme sabato pomeriggio. Mentre Mohammed Mansour, il papà di Amran, ha detto che non denuncerà Be’eri.

Leonard Berberi

Annunci
Standard

4 thoughts on “Gerusalemme Est, le immagini della battaglia quotidiana tra coloni ebrei e palestinesi

  1. mary ha detto:

    Io ho saputo da fonti certe che abitano a harmon hanatziv,che è un quartiere israeliano e non un insediamento , che ad una fermata dell’autobus della zona, ci sono ragazzini arabi che giocano a buttarsi sotto le auto di passaggio, la polizia è stata più volte avvertita, ma il gioco continua. Lo scopo probabilmente è di dare una prova di coraggio, e di mettere nei guai i probabili investitori.
    mary

  2. Pingback: Israele sotto accusa: “Bambini palestinesi interrogati senza i genitori e picchiati” « Falafel cafè

  3. Pingback: Israele sotto accusa: “Bambini palestinesi picchiati e interrogati senza i genitori” « Falafel cafè

  4. Pingback: Palestina, le autorità contro la Subaru per una pubblicità « Falafel cafè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...