fuori contesto

La minaccia dell’imam via tv: “Conquisteremo l’Italia”

Nel bel mezzo del suo solito, quotidiano, sermone e in una giornata molto calda (18 agosto scorso) il muftì Salem Abu Al-Futuh ha deciso di metterci dentro anche l’Italia. E dagli schermi della tv religiosa egiziana Al-Nas Tv ha lanciato i suoi strali contro il nostro paese e l’Europa (qui il video).

«Conquisteremo l’Italia», ha detto-promesso-minacciato Abu Al-Futuh. «Per Allah, noi conquisteremo l’Italia e poi il resto dell’Europa. L’Islam pervaderà tutta l’area». Il religioso non si lascia sfuggire nemmeno il resto del mondo. E dopo essersi fatto una domanda («Vi chiederete: anche l’America conquisteremo?»), si dà pure la risposta: «Sì, conquisteremo anche l’America. Da nord a sud. Entreremo in tutti questi paesi e la gente aderirà in massa all’Islam».

Al-Futuh deve avercela con l’Italia. Perché, come fanno notare gli osservatori del Memri (Middle East Media Research Institute), «in quasi tutti i suoi sermoni via web cita l’Italia». La novità, adesso, sta nel fatto che dal web c’è stato il salto alla tv. Una emittente, Al-Nas Tv, con una programmazione tutta religiosa, dove i grandi muftì (conosciuti e non) indottrinano i telespettatori. Tra una pubblicità di suonerie (anche loro religiose) e l’altra.

Leonard Berberi

Annunci
Standard

One thought on “La minaccia dell’imam via tv: “Conquisteremo l’Italia”

  1. arial ha detto:

    difficile immaginare una Italia peggiore di quella che stiamo vivendo, qualcuno dovrebbe avvertire l’Iman di questo e rivolgersi alla Libia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...