attualità, tecnologia

E ora Israele e Palestina litigano pure su Wikipedia

Un altro fronte di guerra. A pochi giorni dalla ripresa dei colloqui di pace. Tra Israele e Palestina, tra ebrei e musulmani, ora ci si è messa – senza volerlo – anche Wikipedia.

Dopo l’annuncio di un gruppo di ebrei ultraortodossi di aver aperto «il primo centro sionista per la difesa d’Israele sulle pagine dell’Enciclopedia globale», ora s’è fatta avanti anche un’organizzazione palestinese. Lo scopo: lo stesso. Ma al contrario. E cioè: ribattere, correggere, modificare e cestinare qualsiasi voce del dizionario «non corrispondente alla realtà (palestinese, nda) dei fatti».

La controffensiva digitale palestinese è stata affidata ad Abdul Nasser An-Najar, giornalista e numero uno del sindacato di categoria in Cisgiordania. An-Najar ha anche invitato l’Autorità palestinese a prendere parte all’iniziativa «per contrastare il punto di vista israeliano su Wikipedia».

«La prossima guerra che coinvolgerà il Medio oriente sarà un conflitto mediatico», ha detto An-Najar. Perché, ha spiegato, «le notizie e le opinioni che riguardano la nostra area e che vengono pubblicate sul web finiscono per formare l’opinione pubblica mondiale e non possiamo permettere che il punto di vista ebraico sia alla base delle idee di chi ci guarda da fuori».

A dare il via a questo nuovo conflitto è stata – la scorsa settimana – l’iniziativa dello Yesha Council e dell’Yisrael Sheli (“Il mio Israele”, nda) di organizzare un corso informatico per consentire agli ebrei di presentare il loro punto di vista su Wikipedia e di evitare il più possibile la deformazione delle notizie.

«Non vogliamo cambiare l’Enciclopedia o trasformarla in strumento di propaganda politica», ha riferito Naftali Bennett, direttore dello Yesha Council, al quotidiano britannico Guardian. «Vogliamo soltanto mostrare anche l’altra parte. È indubbio che gli attivisti filo-palestinesi sono di più di quelli filo-israeliani. Per questo le persone pensano che noi israeliani siamo gente malvagia e che facciamo del male agli arabi ogni giorno».

Leonard Berberi

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...