attualità

Spagna, catena di negozi ritira dagli scaffali un gioco perchè israeliano

Il boicottaggio dei prodotti dello Stato ebraico si allarga. Ma stavolta ad essere inserito nella “black list” tutta in chiave anti-Stato ebraico è un gioco di società, Rummikub, il terzo più popolare al mondo. I negozi spagnoli dell’Abacus, nota marca di distribuzione locale, hanno deciso di non venderlo. La colpa di Rummikub? Avere passaporto israeliano.

Un’azione di boicottaggio diretta al gioco, distribuito in 54 Paesi e in 26 diverse lingue, che segue il raid compiuto dalla Marina militare israeliana contro la Freedom Flotilla diretta a Gaza. Al suo posto, come rivela il quotidiano spagnolo el Paìs, i negozi hanno piazzato un’imitazione cinese del gioco che, dagli anni Trenta (quando è stato inventato), ha venduto all’incirca 50 milioni di confezioni.

«Abbiamo tenuto il gioco finora perché è molto interessante dal punto di vista pedagogico – ha detto al giornale Quim Sicília, un alto dirigente della catena Abacus –. Ma come cooperativa vediamo quello che sta accadendo e dobbiamo essere sensibili alle situazioni sociali».

Inventato da Ephraim Hertzano, lo scorso anno, proprio in Spagna, si è svolto il Campionato mondiale di Rummikub.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...