attualità

Israele, una nuova pillola contro le gravidanze. Ma stavolta è per lui

Il professor Haim Breitbart, il creatore della pillola maschile contro le gravidanze indesiderate (foto: Israel21c)

Finiti i tempi della pillola sessista. Ora la pastiglia contro le gravidanze indesiderate se la deve prendere pure lui. Perché – per dirla con i ricercatori che l’hanno creata – «i due partner devono dividersi le responsabilità e permettere anche ai maschi di decidere sulla procreazione».

La pillola azzurra non è in commercio e gli scienziati la stanno ancora mettendo a punto. Ma il gruppo di lavoro guidato dal professor Haim Breitbart delll’Università Bar-Ilan di Ramat Gan, in Israele, spera di arrivare presto alla definizione del farmaco e di vederlo nelle farmacie entro cinque anni.

Gli studi del professor Breitbart sono iniziati anni fa e solo nel 2006 è riuscito a decifrare il comportamento dello spermatozoo nell’utero. Da quell’anno il biochimico si è messo a lavorare su un farmaco che rendesse il seme maschile senza capacità riproduttiva.

Per adesso i primi esperimenti – eseguiti sui topi – hanno dato esito più che soddisfacente. «Abbiamo visto che dopo aver iniettato la nostra molecola di riferimento nei topi di sesso maschile, questi rimanevano per lungo tempo privi di fertilità», ha detto Breitbart. «Se la dose è piccola, l’incapacità di riprodurre arriva a un mese. A dose massima, un uomo per tre mesi non dovrebbe essere in grado di fecondare».

Ma non c’è il rischio che molecola dopo molecola il maschio possa rimanere sterile per sempre? «Assolutamente no – replica il chimico – l’assunzione del farmaco comporta effetti per un certo periodo di tempo. Ma poi il processo è reversibile».

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...