attualità, economia

E i supermercati israeliani boicottano i prodotti turchi

Solo made in Israel. E magari anche made in Ue. Oppure made in Usa. Ma il made in Turkey no, non più. Anzi: mai più. Così, di boicottaggio in boicottaggio finisce che la faccenda – da un punto di vista economico – rischia di farsi maledettamente seria.

La pasta potrebbe essere una delle principali vittime del boicottaggio dei prodotti turchi adottato da poco dai supermercati israeliani

La Mavi Marmara, la flottiglia pro-Gaza assaltata dagl’israeliani il 31 maggio, continua a far danni. Da qualche giorno i più grandi supermercati dello Stato ebraico hanno deciso di non vendere più prodotti che arrivano dalla Turchia. E a pagarne le spese – per una confusione di etichette e di tipologie – potrebbe essere la pasta. Nata in Italia, ma prodotta copiosamente in Turchia. Distribuita, senza limiti, in tutto il Medio oriente e in parte dei Balcani.

Dice Zvi Williger, amministratore delegato della Willi Food: «Anche se sono contrario a qualsiasi forma di boicottaggio e anche se credo che i problemi tra i paesi debbano essere risolti a livello diplomatico, sto considerando di bloccare l’importazione di prodotti turchi».

La catena di supermercati “Mega” non è da meno. «Domani (domenica, nda) cesseremo l’importazione di pasta e farina proveniente dalla Turchia», hanno detto i titolari. Che, poi, hanno tenuto a precisare che i prodotti made in Turkey già presenti negli scaffali rimarranno lì, fino ad esaurimento scorte.

Aderisce al boicottaggio anche Rami Levy e la sua Shivuk Shikma. Che, anzi, rilancia con una proposta che potrebbe far piacere agl’italiani: «Tutti noi israeliani dovremmo smettere di importare prodotti turchi e iniziare a comprare la pasta italiana, anche se è più cara».

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...