attualità

Il blitz rompe l’armonia anche nel “villaggio della Pace”

Il modello di convivenza del "villaggio della Pace" rischia di andare in frantumi per colpa del blitz sulla flottiglia degli attivisti pro-Gaza. Nella foto, parte di una classe di Neve Shalom-Wahat al-Salam

Non c’è più pace nemmeno nel villaggio della Pace. E tutto per colpa del blitz israeliano sulla flottiglia pro-Gaza del 31 maggio scorso. Neve Shalom (Wahat al-Salam, in arabo), il famoso paesino costruito nel 1972 dove ebrei e musulmani convivono in un’armonia che farebbe gola all’intero Medio oriente, sta attraversando giorni difficili. E non perché si trova esattamente dove passa il muro degli accordi del 1949, tra Gerusalemme e Tel Aviv.

In settimana è comparso uno striscione – scritto in tre lingue (ebraico, arabo e inglese) – che condannava «gli assassinii sulla Flottiglia degli attivisti» e chiedeva «l’immediata revoca del blocco sulla Striscia di Gaza». Firmato: gli abitanti di Neve Shalom-Wahat al-Salam.

Lo striscione "ufficiale". Quello di condanna del blitz israeliano

Solo che poche ore dopo, qualcuno ha mostrato un altro striscione. Anzi, un contro-striscione. Attaccato all’abbazia di Latrun che si trova all’ingresso del paesino. «Solidarietà ai soldati d’Israele», c’era scritto.

Il giallo, nel villaggio della Pace, hanno cercato di spiegarlo gli amministratori di Neve Shalom-Wahat al-Salam: «La quasi totalità dei nostri abitanti si riconosce nel documento originale di denuncia del blitz». E il contro-striscione? «Iniziativa personale di un abitante che vive nel villaggio, ma non è ancora membro della comunità».

Secondo l’ultimo – facile – censimento, a Neve-Shalom-Wahat al-Salam vivono 60 famiglie di ebrei e musulmani. Il progetto di allargamento prevede di superare presto il doppio della popolazione. Arrivando a 140 famiglie. Con il rischio che, allargando il perimetro del villaggio, si ingrandiscano anche i problemi.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...