attualità, cultura, economia, politica, tecnologia

Flash da Israele / Tra consigli di cucina bulgara e problemi di trasporto per l’iPad

Sciopero personalizzato. I lavoratori portuali svedesi hanno annunciato che è nelle loro intenzioni avviare una settimana di boicottaggio delle navi e delle merci israeliane in risposta al violento blitz di lunedì mattina sulla Mavi Marmara. Lo ha comunicato un portavoce del sindacato di base del personale portuale della Svezia.

Divieto al contrario. Dopo i problemi di aprile, quando le autorità aeroportuali non facevano entrare nessun esemplare di iPad sul suolo israeliano, sembra che la situazione si sia rovesciata. Michael Hamelin s’è visto sequestrare – in via provvisoria – la sua tavoletta tecnologica mentre si stava imbarcando alla volta di Atlanta, Usa. Le autorità hanno spiegato che dovevano controllare l’aggeggio. Dopo una settimana circa, Hamelin ha ricevuto – via posta – il suo iPad. Nessun commento è stato rilasciato dai vertici aeroportuali.

Ritenta, sarai più fortunato. Il presidente israeliano Simon Peres ha preso atto della richiesta dell’autorità vietnamita che gli chiedeva di posticipare il suo viaggio istituzionale in Vietnam dopo gli incidenti alla nave pro-Gaza. Il capo dello Stato ebraico partirà per un tour nell’estremo Oriente. Prima tappa: la Corea del Sud. Con la richiesta di Hanoi, salta la prima visita di un’autorità israeliana dopo molti anni.

Il presidente israeliano Simon Peres

Mezzogiorno di cuoco. In un’intera pagina del quotidiano Ma’ariv compaiono le meraviglie culinarie della cucina bulgara. «Si tratta di una cucina semplice, ma anche di alta qualità – scrive il giornale -. Con ingredienti che si trovano in ogni casa e dove ci vuole poco tempo per la preparazione». Consigli del chef-giornalista: le polpette, torta di spinaci, tortini di caciocavallo.

Clima mondiale. Nonostante gli orari agevoli delle partite, molti israeliani avranno problemi a seguire le partite del campionato mondiale di calcio che si svolgeranno in Sudafrica dall’11 giugno. Per questo, le compagnie telefoniche dello Stato ebraico hanno pensato bene di offrire servizi speciali che consentono di vedere le sfide sportive attraverso il proprio cellulare. Purché si tratti di uno smartphone.

Due cuori, un destino. Un fine settimana finito male a Rishon Letzion, Israele. Con alcol che scorre a fiumi tra amici. E poca lucidità. È così che un uomo – sulla trentina – ha iniziato a violentare un’amica dopo averla ospitata a casa sua. Insieme ai due c’era un altro ragazzo: amico del primo, fidanzato della seconda. E quando ha iniziato a capire la situazione, si è avventato sul violentatore per salvare la sua ragazza. Ma il cane del padrone di casa gli è saltato addosso e ha iniziato ad azzannarlo. In mattinata, violentatore e cane hanno fatto la stessa fine: il primo in galera. Il secondo in canile.

Cittadini sub judice. Il giudice di una corte di giustizia egiziana ha chiesto al governo di considerare la possibilità di revoca della cittadinanza a quei cittadini che, sposandosi con un israeliano, possano essere ritenuti minacciosi per la sicurezza interna del paese africano. Non solo. La stessa corte ha ordinato al ministero dell’Interno del Cairo la compilazione – e consegna – di un dossier con tutti i nomi e cognomi dei cittadini egiziani sposati con israeliani. Ogni singolo caso – e matrimonio – verrà così esaminato e valutato.

(a cura di Leonard Berberi)

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...