attualità

Gli investigatori israeliani: almeno cento pacifisti hanno legami con la Jihad

Un frammento del video del blitz girato dalla marina israeliana

Legami – diretti e indiretti – con la Jihad globale. Secondo le rivelazioni dei cronisti del quotidiano Yedioth Ahronoth – domani in edicola – almeno cento persone a bordo della nave turca assaltata sarebbero legate a formazioni terroristiche.

Le prime conclusioni sarebbero emerse dopo gli interrogatori fiume che la polizia israeliana sta effettuando soprattutto in un capannone allestito appositamente nel porto di Ashdod, dov’è stata portata la Mavi Marmara. Gli investigatori avrebbero in mano le prove necessarie per dimostrare che un centinaio di persone si sono infiltrate nel movimento pacifista per poi attaccare deliberatamente i soldati israeliani.

La maggior parte dei sospettati sarebbe di origine turca. Ma sarebbero tanti anche i “pacifisti” yemeniti e indonesiani sospettati dall’antiterrorismo israeliano di avere rapporti con Al Qaeda. A bordo della nave sono stati trovati migliaia di dollari in contanti, maschere anti-gas. La maggior parte di questi uomini sarebbe senza documenti d’identità e non starebbe collaborando alle indagini.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...