attualità, politica

Avatar (made in Palestine)

La nuova protesta di Bil'in: palestinesi come Avatar (foto Reuters)

Per una volta, si sono divertiti anche loro. Perché la protesta – che si svolge ogni settimana a Bil’in, in Palestina – iniziava un po’ a stancare anche i manifestanti. L’oggetto delle contestazioni – come sempre – è stato il muro di separazione.  Ma stavolta c’era qualcosa di nuovo: l’abbigliamento.

I manifestanti erano tutti travestiti da personaggi del film “Avatar” di James Cameron. Niente di più azzeccato per una storia – quella della pellicola – che assomiglia tanto, secondo gli attivisti, a quella di chi chiede la liberazione della Palestina.

Palestinesi, israeliani e stranieri, si sono trovati a Bil’in con tutine aderenti di color blu, grandi orecchie di plastica e lunghi capelli. I residenti della West Bank come la popolazione Na’avi. “Così come i combattenti Avatar si difendono dall’imperialismo, così i cittadini palestinesi fanno ogni giorno con gli israeliani”, ha spiegato il comitato di lotta a Bil’in.

Per una volta hanno sorriso anche i soldati dell’Idf. Per loro, la visione di un “Avatar” insolito. Meglio del 3D. Per davvero.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...